La sapienza e sofferenza

Di recente, sto leggendo Gli Elementi di Teologia di Proclo durante i miei lezioni sulla Litteratura Sapientiale del Testamento Antico. Sembra strano a me che la Bibbia parla molto di sofferenza quando parla di sapienza. Qohelet, Giobbe, e tanti Salmi. Ma in Proclo, non c’è una parola di sofferenza. Forse arriverà? Davvero, lui scrive adesso della cose prime: l’Uno, il Bontà, l’Intelletto, l’Anima, etc. Ma non è una sapienza compieta se lui non ha una dottrina, una considerazione di male e sofferenza. San Tomasso nella Somma Teologica non scrive di male prima la considerazione di bontà. Lui anche parla un po’ di male in un obiezione all’ esistenza di Dio. Leggerò più.

[Una nota: E’ molto difficile a scrivere in italiano questi pensieri! Scriverò più per praticare, ma è molto faticoso.]

Advertisements